La Sibilla del Cuore Deluxe Box

Special Price 80,75 € Regular Price 85,00 €
In stock
SKU
978-88-94975-13-0
Autore
a cura di Giordano Berti
Il "gioco mistico del cuore" per investigare sui sentimenti. Chi osserva per la prima volta la Sibilla del Cuore capisce subito di trovami di fronte a un “gioco” speciale. C’è qualcosa di misterioso, in effetti, in queste 40 carte, ma è un mistero sfuggente, addirittura impenetrabile se non si entra nella dimensione mentale del suo inventore, Daniel Cramer, un oscuro adepto dei Rosacroce, la leggendaria fratellanza di saggi che agli inizi del Seicento salì improvvisamente alla ribalta con una serie di opere che promuovevano un radicale cambiamento spirituale della società europea; qualcosa di simile al movimento New Age degli ultimi decenni del secolo scorso. Sui Rosacroce vale la pena dire qualcosa in più, se vogliamo comprendere pienamente il valore della Sibilla del Cuore, dato che questo mazzo si inserisce a pieno titolo sull’onda del movimento rosacrociano, i cui adepti dialogavano fra loro con immagini enigmatiche e scritti ermetici. Il primo testo dei Rosacroce cominciò a circolare pubblicamente nel 1614 a Kassel, città della Germania centro-occidentale; s’intitolava Fama Fratemitatis Rosae Crucis (Celebrità della Fratellanza Rosacroce). L’anonimo autore raccontava, in quel volumetto, la vita di un certo Frater CR (Christian Rosenkreuz), un nobile cavaliere a cui veniva attribuita la fondazione di una fratellanza di iniziati: per l'appunto i Rosacroce. L’anonimo autore raccontava, in quel volumetto, la vita di Christian Rosenkreuz, a cui veniva attribuita la fondazione di una fratellanza di iniziati: per l’appunto i Rosacroce. Secondo la leggenda, Christian Rosenkreuz era un medico tedesco che, nel primi anni del XV secolo, durante un pellegrinaggio in Medio Oriente, entrò in rapporto con saggi turchi, arabi e persiani, dai quali apprese un'antica conoscenza esoterica che comprendeva la magia, la cabala e l’alchimia. Una volta tornato in Germania, Rosenkreuz fondò la Fraternità della Rosa Croce, i cui membri si riunivano in un tempio chiamato Sanctus Spiritus. Cofanetto di grande pregio contenente: 40 carte (mm 80 x 120) in sacchetto d’organza. Libretto (64 pagine illustrate in b/n) con significati e tecniche di lettura scritto da Giordano Berti e Odete Lopes.
Il "gioco mistico del cuore" per investigare sui sentimenti. Chi osserva per la prima volta la Sibilla del Cuore capisce subito di trovami di fronte a un “gioco” speciale. C’è qualcosa di misterioso, in effetti, in queste 40 carte, ma è un mistero sfuggente, addirittura impenetrabile se non si entra nella dimensione mentale del suo inventore, Daniel Cramer, un oscuro adepto dei Rosacroce, la leggendaria fratellanza di saggi che agli inizi del Seicento salì improvvisamente alla ribalta con una serie di opere che promuovevano un radicale cambiamento spirituale della società europea; qualcosa di simile al movimento New Age degli ultimi decenni del secolo scorso. Sui Rosacroce vale la pena dire qualcosa in più, se vogliamo comprendere pienamente il valore della Sibilla del Cuore, dato che questo mazzo si inserisce a pieno titolo sull’onda del movimento rosacrociano, i cui adepti dialogavano fra loro con immagini enigmatiche e scritti ermetici. Il primo testo dei Rosacroce cominciò a circolare pubblicamente nel 1614 a Kassel, città della Germania centro-occidentale; s’intitolava Fama Fratemitatis Rosae Crucis (Celebrità della Fratellanza Rosacroce). L’anonimo autore raccontava, in quel volumetto, la vita di un certo Frater CR (Christian Rosenkreuz), un nobile cavaliere a cui veniva attribuita la fondazione di una fratellanza di iniziati: per l'appunto i Rosacroce. L’anonimo autore raccontava, in quel volumetto, la vita di Christian Rosenkreuz, a cui veniva attribuita la fondazione di una fratellanza di iniziati: per l’appunto i Rosacroce. Secondo la leggenda, Christian Rosenkreuz era un medico tedesco che, nel primi anni del XV secolo, durante un pellegrinaggio in Medio Oriente, entrò in rapporto con saggi turchi, arabi e persiani, dai quali apprese un'antica conoscenza esoterica che comprendeva la magia, la cabala e l’alchimia. Una volta tornato in Germania, Rosenkreuz fondò la Fraternità della Rosa Croce, i cui membri si riunivano in un tempio chiamato Sanctus Spiritus. Cofanetto di grande pregio contenente: 40 carte (mm 80 x 120) in sacchetto d’organza. Libretto (64 pagine illustrate in b/n) con significati e tecniche di lettura scritto da Giordano Berti e Odete Lopes.
More Information
Autore a cura di Giordano Berti
Write Your Own Review
You're reviewing:La Sibilla del Cuore Deluxe Box